LE VERRUCHE GENITALI

LE VERRUCHE GENITALI

LE VERRUCHE GENITALI

“Lʹimportante non è guarire ma vivere con i propri mali.”
(Albert Camus)

HPV, “Human Papilloma Virus” è responsabile per la generazione di un male incurabile, a trasmissione sessuale, che allunga purtroppo la lista gia molto lunga, delle infezioni di questo tipo. Le verruche genitali o i condilomi, esistono da migliaia di anni e siccome non possono essere trattati, contribuiscono affinchè il numero di vettori sia sempre maggiore, e questo, paradossalmente, mentre l'umanità cerca la vita su Marte.

Fino ad oggi, i ricercatori hanno scoperto più di 100 varietà di questo virus, tra cui 30 si trasmettono attraverso contatto sessuale. Come può essere cosi ipocrita la natura...? Alcune tra queste sono responsabili anche di mutazioni delle cellule del collo dell’utero, provocando l’apparizione del cancro cervicale (a livello della cervice).

La malattia si trasmette principamente attraverso contatto sessuale non protetto. Anche il contatto con la pelle, può essere sufficiente per essere contaminati, cosi che accarezzare le zone intime, può bastare affinchè il virus sia trasmesso ai partner. Nel caso dello stesso individuo anche un semplice “grattare” della zona lesa, e poi la stessa mano successivamente a contatto con un’altra parte del corpo, fa in modo che le verruche contaminino più posti.

La trasmissione può avvenire anche attraverso strumenti medici non sterilizzati a dovere, chirurgia dentale, body piercing oppure farsi tatuare in ambienti non adeguati, l’utilizzo degli stessi asciugamani o biancheria, e non meno importante, lo scambio degli articoli di abbigliamento intimo: costume da bagno, calze da donna, pantaloni ecc..

I Condilomi o Verruche sono lesioni carnose che prendono vita sulla superficie infettata (lesioni cancerose che compaiono sulla superficie infettata), sono delle escrescenze (gonfiori), dall’aspetto di un cavolfiore o cresta di gallo. Possono essere anche liscie, senza una determinata forma, di colore rossastro, rosa o grigio. Hanno una consistenza molle, appaiono più frequentemente nella zona genitale o anale. Nel caso in cui sono molto piccole, la loro presenza è abbastanza difficile da distinguere, ciò fa in modo che una “persona infettata” non sia consapevole di soffrire di questa malattia e ancora, non realizzi il fatto che può contaminare anche altre persone “senza volerlo”.

Nelle donne, le verruche fanno sentire la loro presenza sia all’esterno, sulla zona pubica, sulle grandi e piccole labbra o nella zona perianale, che all’interno, dove infettano il collo uterino, la vagina oppure l’ uretra.

Gli uomini notano la loro apparizione sulla pelle del pene, sul prepuzio o sui testicoli, fino a raggiungere la zona anale, ma anche l’uretra il frenulo (lembo di pelle che unisce il glande al prepuzio).

I segni specifici, se esistono, il virus si manifesta con secrezioni e perdite uretrali, seguite da prurito e durante la minzione, è possibile sentire eventuali dolori oppure leggeri bruciori.

“Human Papilloma Virus” ha un periodo di incubazione (tempo che passa dal momento della contaminazione fino all’apparizione dei primi segni della malattia) compresa tra due settimane e otto-nove mesi, e le verruche e la loro moltiplicazione appaiono in un intervallo da tre fino a sei mesi dal momento dell’infezione iniziale.

Il rischio nelle donne è maggiore. Le lesioni situate sul collo uterino o nel suo interno si possono trasformare facilmente in lesioni cancerose. L’ambiente umido è propizio e in mancanza di un trattamento adeguato, possono avanzare abbastanza rapidamente. È preferibile scoprirle in tempo utile, prima di degenerare.

I medici specialisti con esperienza possono effettuare con facilità la diagnosi attraverso un semplice esame clinico. Se durante la diagnosi vengono notate delle verruche, sono necessarie indagini più approfondite, sia per poter identificare tutti gli aspetti patologici, che per stabilire correttamente il tipo di evento.

Non esiste un trattamento che porti alla guarigione definitiva. Si può intervenire soltanto nel distruggere le verruche già apparse, attraverso vari metodi (si ricorda inoltre che possono riapparire in qualsiasi momento).
-applicazione locale di sostanze cicatrizzanti;
-procedure di distruzione attraverso il caldo o il freddo (elettrocauterizzazione o crioterapia);
-la distruzione mediante il laser (la cicatrizzazione è molto più rapida).

Indipendentemente dal metodo adottato si consiglia l’astinenza sessuale per tutta la durata della terapia. Va ricordato che a seconda del tipo, se le verruche vengono curate correttamente, il rischio di contaminazione di altre persone si riduce notevolmente.

Per evitare una nuova infezione si consiglia il trattamento di tutti i partner sessuali, nello stesso tempo.

Come in tutte le altre malattie a trasmissione sessuale, lʹ utilizzo permanente del PRESERVATIVO rimane senza dubbio il miglior mezzo di prevenzione. Inoltre, la cura e lʹ attenzione nel scegliere i partner sessuali dovrebbe essere altrettanto un obiettivo prioritario.

“Se non hai cura di te stesso, la negligenza sarà lieta di prendersi questa responsabilità.” (Carrie Latet)