L’aspetto esteriore conta

L’aspetto esteriore conta

L’aspetto esteriore conta

Se anche gli uomini trascorrerebbero lo stesso intervallo di tempo davanti allo specchio come le donne, forse la stessa fragile armonia dell’Universo ne soffrirebbe. Come pero’, gli uomini hanno talento nell’essere rapidi, indossando un paio qualunque di pantaloni ed ancora “qualcosa” scelto a caso, nessuno e niente non e’ in pericolo. All’infuori della salute degli occhi delle persone che gli vedono. Poiche’, a volte, le scelte d’abbigliamento dei maschi che escono a “passeggiare”, meraviglia addirittura, per la mancanza d’ispirazione (cio’, detto in maniera diplomata).

Che importanza hanno queste cose da niente dal momento che vi siete proposti di fare una visita alle escort e non il fatto di fare una sfilata sul podio di moda internazionale? A che scopo perdere il proprio tempo con i “tessuti” quando, in ogni caso, l’azione centrale della sera si sviluppera’ solo nudi?

Anche se puo’ sembrare un’inutile esagerazione, l’interesse manifestato per la propria apparizione personale (si, anche ad un appuntamento svolto in nome del motto “vestiti giu’ per terra e soldi sul tavolo”), aiuta da molti punti di vista, il piu’ importante essendo pero’, il rispetto di se’stessi.

La trascuratezza riguardo la propria persona sara’ legittimata (con poca fortuna per gli individui trascurati di per se’), con l’invenzione d’un codice d’abbigliamento unico (una specie d’uniforma d’obbligo per tutti) o del teletrasporto (da casa alla specialista in amore, dove vi raffigurerete direttamente col “costume d’Adamo”).

Fino ad allora, dovete accordare poca attenzione all’aspetto generale, sia che vi spostiate (senza altre pause), alla “sede” delle fantasie indecenti, sia che vi viziate prima, festeggiando in un bar, insieme ad alcuni amici.

Cosa significa accordare un po’ d’attenzione all’aspetto generale?

Oltre la tradizionale igiene del corpo, del cuoio capelluto, dei denti, delle orecchie e d’altri orifizi ugualmente importanti, lo sforzo in questione si riferisce ad alcuni principi di base di stile, adattamento e buon gusto.

In tal modo, cercare il trionfo della materia sullo spirito, partendo da casa in tuta e scarpe sportive, rappresenta una soluzione intollerabile. La combinazione e’adatta nel caso nel quale vogliate fare anche qualche giro in parco prima di compiere la prestazione a letto. Pero’ neanche lo spreco d’energia su una corsa non sembra un’idea molto brillante, non e’ vero?

Al contrario, i vestiti molto eleganti, ultra lussuosi, super “mi sento talmente insicuro che devo compensare con qualche capo d’abbigliamento speciale”, suggeriscono che avete qualcosa in piu’ o in meno in confronto ai comuni mortali (l’aspetto, che non e’ sempre una bella cosa).

Sarebbe ideale, cosi’, scegliere dei vestiti decenti, puliti e comodi. Vestiti che debbano dire di voi che avete la testa sulle spalle e lo spirito ancorato alla realta’.

D’altra parte ed essenzialmente importante in eguale misura, e’ il fatto che dovete tener conto inclusivamente del luogo visitato, l’ora o la temperatura esteriore.

Questo perche’ non vorreste:
1)-tremare poiche’ volete mostrare con ostentazione i bicipiti;
2)-surriscaldarvi prima del tempo e abbondantemente perche’ venerate le calze che tengono caldo e la maglia con doppio collo.

Evitate di sembrare “troppo...” in un contesto che non si adatta.

Avete capito bene, l’equilibrio conta. Ma anche i dettagli. Quelle cose noiose dette all’infinito dalle “principesse”, nella loro complicata vita.

Dell’insieme dei dettagli, fanno parte (anche) i colori. Non siete un arcobaleno, un quadro colmo dal punto di vista cromatico o la presenza invisibile di coloro che stanno intorno a voi, motivo per il quale fate tutto il possibile per rinunciare alle combinazioni fatali, come i pantaloni d’un colore + la camicia (la maglia), le scarpe, la cintura, la giacca, le calze ecc., ciascuno d’un altro colore.

Sforzatevi di non traumatizzare la retina di coloro che vi vedono, scegliendo colori od almeno dei toni armoniosi, relativamente neutri (conservate il rosa per l’accappatoio, conosciuto esclusivamente dall’animale da compagnia).

Fate attenzione all’effetto visuale creato dall’intero “costume”. Le regole della moda variano da caso a caso, da stagione a stagione, ma le raccomandazioni principali (valide sul piano generale) potrebbero essere riassunte in tale maniera:
-abbinate la cintura e le calze (non bianche!) con le scarpe;
-in mancanza d’una cravatta, sbottonate la camicia sopra;
-non portate la canottiera sotto la camicia (specialmente se e’ trasparente);
-non portate le scarpe di cuoio coi jeans;
-in nessun caso sandali con calze.

L’opzione di portare capi d’abbigliamento da uomo dev’essere documentata in precedenza (le indicazioni si fanno piu’ numerose in questo caso). Percio’, sarebbe ideale valorizzare la zona casual, efficiente nell’aumentare la liberta’ di movimento e la compatibilita’ con una grande serie di “paesaggi”, personaggi o situazioni.

Buona fortuna!

www.intimtips.com